Europrogettazione per i Beni Culturali

Un corso intensivo per una panoramica completa sulle varie forme di finanziamento pubblico nel settore Culturale. Dai meccanismi di finanziamento europeo fino a quelli regionali. Corso in collaborazione con Lettera i

La continua e sempre più rapida evoluzione della situazione economico-finanziaria, legata all’evolversi del concetto stesso di bene culturale nel nuovo contesto europeo, ha creato nuove opportunità di sviluppo, di finanziamento per enti pubblici e associazioni, così come nuove figure professionali in grado di utilizzare gli strumenti e le conoscenze per accedere ai bandi pubblici regionali/nazionali e principalmente ai finanziamenti comunitari per la cultura.
Il corso parte da una panoramica sulle politiche comunitarie di sostegno e sulla progettazione europea per arrivare a trattare nello specifico il “Programma Cultura 2014 – 2020”.
L’europrogettazione dei Beni Culturali, rappresenta quindi la capacità di individuare e compilare formulari per bandi e progetti comunitari di finanziamento nel settore culturale. Si tratta di un corso full-immersion (un modulo didattico del MiniMaster in “Art Project Manager”) strutturato con una prima parte teorica e con un workshop pratico di esercitazioni in aula con la guida di esperti professionisti dell’europrogettazione per i beni culturali.
E’ consigliata una preparazione umanista ai candidati che intendono iscriversi al corso.

Specifiche del corso:
Tematica trattata: il Project Cycle Management e la gestione delle risorse finanziarie ottenute nell’ambito di
progetti finanziati dai programmi di finanziamento europei.
Metodologia: a lezioni di tipo teorico si affiancheranno momenti pratici di esercitazione seguiti da una fase
di verifica.
Durata: 3 giorni (la mattina dalle 9.30 alle 13.30)

Obiettivi:
Il corso intensivo “Europrogettazione per i beni culturali” si pone l’obiettivo di concentrare, in un unico percorso didattico articolato in tre giornate, la formazione essenziale legata alla conoscenza e all’utilizzo delle opportunità europee.
E’ rivolto a chi ha già avviato un percorso formativo o professionale di tipo umanistico, in particolare ai Laureati o Laureandi in Facoltà umanistiche e in alternativa a candidati che abbiano già maturato nel settore una minima competenza professionale documentata e intende fornire una panoramica di base, ma esaustiva, sulle risorse messe a disposizione dall’UE e sugli strumenti per assicurarne l’utilizzo. Alla teoria, il corso affianca esercitazioni pratiche, attraverso il Project Work che si avvia con la selezione di un bando di finanziamento della Commissione europea e continua con la costruzione di un progetto e l’impostazione di un sistema per la sua rendicontazione.

Sbocchi:
La figura professionale uscente avrà competenze adeguate nella progettazione, promozione e gestione di progetti ed eventi culturali. Possibili sbocchi occupazionali sono in: associazioni culturali, imprese culturali, musei, pinacoteche, gallerie, Fondazioni Culturali, società di formazione FSE e organizzazione congressi/convegni, APT, PIT territoriali, Istituzioni Europee.

Periodo: in programmazione
Sede didattica:
Bologna
Tipologia di corso:
Intensivo
Numero di posti disponibili:
12
Partners didattici:
Lettera i
Per maggiori informazioni contattare Lettera i
Email:info@letterai.it – Tel. + (39) 051 237911

Translate »