Europrogettazione per i Beni Culturali – Firenze

Un corso intensivo per una panoramica completa sulle varie forme di finanziamento pubblico nel settore Culturale. Dai meccanismi di finanziamento europeo fino a quelli regionali.

La continua e sempre più rapida evoluzione della situazione economico-finanziaria, legata all’evolversi del concetto stesso di bene culturale nel nuovo contesto europeo, ha creato nuove opportunità di sviluppo, di finanziamento per enti pubblici e associazioni, così come nuove figure professionali in grado di utilizzare gli strumenti e le conoscenze per accedere ai bandi pubblici regionali/nazionali e principalmente ai finanziamenti comunitari per la cultura.
Il corso parte da una panoramica sulle politiche comunitarie di sostegno e sulla progettazione europea per arrivare a trattare nello specifico il “Programma Cultura 2014 – 2020”.
L’europrogettazione dei Beni Culturali, rappresenta quindi la capacità di individuare e compilare formulari per bandi e progetti comunitari di finanziamento nel settore culturale. Si tratta di un corso full-immersion (un modulo didattico del MiniMaster in “Art Project Manager”) strutturato con una prima parte teorica e con un workshop pratico di esercitazioni in aula con la guida di esperti professionisti dell’europrogettazione per i beni culturali.
E’ consigliata una preparazione umanista ai candidati che intendono iscriversi al corso.

Specifiche del corso:
Tematica trattata: il Project Cycle Management e la gestione delle risorse finanziarie ottenute nell’ambito di
progetti finanziati dai programmi di finanziamento europei.
Metodologia: a lezioni di tipo teorico si affiancheranno momenti pratici di esercitazione seguiti da una fase
di verifica.
Durata: 3 giorni (la mattina dalle 9.30 alle 13.30)

 

Obiettivi:
Il corso intensivo “Europrogettazione per i beni culturali” si pone l’obiettivo di concentrare, in un unico percorso didattico articolato in tre giornate, la formazione essenziale legata alla conoscenza e all’utilizzo delle opportunità europee.
E’ rivolto a chi ha già avviato un percorso formativo o professionale di tipo umanistico, in particolare ai Laureati o Laureandi in Facoltà umanistiche e in alternativa a candidati che abbiano già maturato nel settore una minima competenza professionale documentata e intende fornire una panoramica di base, ma esaustiva, sulle risorse messe a disposizione dall’UE e sugli strumenti per assicurarne l’utilizzo. Alla teoria, il corso affianca esercitazioni pratiche, attraverso il Project Work che si avvia con la selezione di un bando di finanziamento della Commissione europea e continua con la costruzione di un progetto e l’impostazione di un sistema per la sua rendicontazione.

Programma didattico:
Il corso di Europrogettazione dei Beni Culturali è diviso in tre giornate di apprendimento intensivo.

I° GIORNO
Docente: Dr. Francesca Abiuso esperta di europrogettazione Medea
• INTRODUZIONE SU OBIETTIVI E ORGANIZZAZIONE DEL CORSO
• INTRODUZIONE AI FONDI EUROPEI (Prima parte)
I fondi europei a gestione diretta: Le prospettive finanziarie 2014 – 2020
Panoramica sui bandi attivi
Prospettive e orientamenti
• INTRODUZIONE AI FONDI EUROPEI (Seconda parte)
I fondi europei a gestione indiretta: Le prospettive finanziarie 2014 – 2020
Panoramica sui bandi attivi
Prospettive e orientamenti
• DALL’IDEA AL PROGETTO:
Selezione di un bando europeo di interesse e relativa lettura critica.
Il punto di partenza: l’idea progetto e il bando.
Le fasi del Project Cycle Management
Fase di analisi: SWOT, problemi, obiettivi, strategie, stakeholders

II° GIORNO
9.30 – 11.30
Dr. Francesca Abiuso
LA REDAZIONE DEL PROGETTO
• La costruzione del Logical Framework (LF)
• Consigli sulla procedura di stesura del progetto
• La creazione e gestione del partenariato
• I rapporti con la Commissione Europea
11.30 – 13.30
Dr. Simona Geli
I finanziamenti comunitari per la cultura nella strategia 2020
Il Programma Cultura 2014-2020
Le call-culture
Europa Creativa
Il programma MEDIA
Cross Sectorial
PRINCIPI DI BUDGETING
• Analisi delle spese ammissibili così come indicate nelle Linee Guida relative al bando di interesse individuato:
• Definizione delle categorie dei costi
• Costi diretti e indiretti/spese generali
• Risorse umane e ore/uomo
• Subcontratti, richiesta preventivi e contratti a parti terze
• Cofinanziamenti
• Costruire un budget coerente con le attività implementate nei progetti

 

III GIORNO
Dr. Francesca Abiuso, Dr. Simona Geli
PROJECT WORK
Partendo dal bando di interesse comune precedentemente individuato si procede alla creazione di gruppi di lavoro che si eserciteranno sulle seguenti tematiche:
• Redazione del quadro logico di progetto
• Compilazione del formulario
• Redazione del budget di progetto
CONCLUSIONI
Dr. Francesca Abiuso
La sessione si concluderà con la verifica di quanto elaborato e relativo confronto fra i componenti dei gruppi di lavoro.

Sbocchi:
La figura professionale uscente avrà competenze adeguate nella progettazione, promozione e gestione di progetti ed eventi culturali. Possibili sbocchi occupazionali sono in: associazioni culturali, imprese culturali, musei, pinacoteche, gallerie, Fondazioni Culturali, società di formazione FSE e organizzazione congressi/convegni, APT, PIT territoriali, Istituzioni Europee.

Periodo: dal 4 al 6 luglio 2017 (Firenze)
Durata: 12 ore
Orario di frequenza:
mattina (9:30-13:30)
Sede didattica:
Firenze
Tipologia di corso:
Intensivo
Numero di posti disponibili:
12
Partners didattici:
MEDEA
Termine per le iscrizioni: Tre giorni prima dell’inizio del corso.

Costo: € 400 (Iva e quota iscrizione incluse)

Altro periodo eventualmente previsto:

Docenti del corso

Simona Geli Simona Geli
Francesca Abiuso Francesca Abiuso

Scarica la brochure del corso in formato PDF

Consulta i feedback degli allievi che hanno già frequentato questo corso

pulsante_iscrizione

Vuoi più informazioni su questo corso? Consulta le nostre FAQ oppure contattaci

 

Translate »