Art Project Manager

Corso intensivo sul management dei beni culturali, con moduli didattici dedicati all’organizzazione eventi, al marketing culturale e all’europrogettazione culturale

La continua e sempre più rapida evoluzione della situazione economico-finanziaria, legata all’evolversi del concetto stesso di bene culturale, ha recato nuove opportunità di business nel settore dell’Arte, del no-profit e della cultura in genere. Sono così nati modelli di management innovativi applicati specificatamente al settore culturale. Musei, attrattori culturali privati, imprese culturali, fondazioni e Associazioni cercano per la gestione delle loro attività, progetti ed eventi, umanisti con competenze manageriali, con competenze in marketing e in grado soprattutto di reperire risorse finanziarie. Da quelle europee, riuscendo a mettere mano ai formulari per l’accesso al credito comunitario, alle risorse locali, attraverso i bandi regionali dedicati al settore culturale, fino al finanziamento privato con le sponsorizzazioni e il Fundraising.
L’obbiettivo finale di questo corso è formare manager culturali con competenze innovative.
E’ consigliata una preparazione umanista ai candidati che intendono iscriversi al corso.

Obiettivi:

Obiettivi generali del percorso formativo sono: fornire ai partecipanti al corso gli strumenti necessari e le specifiche abilità per operare all’interno dei seguenti settori del management culturale; gestione di impresa culturale o associazione no-profit; organizzazione e sviluppo di progetti culturali; accessibilità ai bandi di finanziamento pubblici (europrogettazione); reperimento fondi privati con la sponsorizzazione (sponsorship & fundraising).
Il settore del management culturale, sta subendo e continua a subire una forte innovazione, enti e aziende attive nell’organizzazione di progetti culturali (non solo eventi) sono sempre più alla ricerca di professionisti che pur provenendo da un percorso formativo umanistico, abbiano appreso le competenze adeguate (organizzative, amministrative, comunicative, sul marketing culturale) non sempre presenti nei percorsi formativi universitari di ambito umanistico. Competenze che si intende creare (micro-obiettivi previsti):
a) sapere definire e redigere un progetto culturale, dall’ideazione all’organizzazione;
b) sapere presentare un progetto ad aziende di sponsor;
c) sapere compilare i formulari per la partecipazione a bandi regionali nazionali ed europei;
d) creare capacità ed expertise per la progettazione di un evento culturale nel suo
complesso;
f) creare capacità ed expertise per la comunicazione di un evento culturale.

Programma didattico:

Il corso di Art Project Manager è costituito dai seguenti moduli didattici alcuni dei quali possono essere frequentati separatamente.

EUROPROGETTAZIONE DEI BENI CULTURALI
• INTRODUZIONE AI FONDI EUROPEI
I fondi europei a gestione indiretta: Le prospettive finanziarie 2014 – 2020
Panoramica sui bandi attivi
Prospettive e orientamenti
• DALL’IDEA AL PROGETTO:
Selezione di un bando europeo di interesse e relativa lettura critica.
Il punto di partenza: l’idea progetto e il bando.
Le fasi del Project Cycle Management
Fase di analisi: SWOT, problemi, obiettivi, strategie, stakeholders
LA REDAZIONE DEL PROGETTO
• La costruzione del Logical Framework (LF)
• Consigli sulla procedura di stesura del progetto
• La creazione e gestione del partenariato
• I rapporti con la Commissione Europea
PRINCIPI DI BUDGETING
• Analisi delle spese ammissibili così come indicate nelle Linee Guida relative al bando di interesse individuato:
• Definizione delle categorie dei costi
• Costi diretti e indiretti/spese generali
• Risorse umane e ore/uomo
• Subcontratti, richiesta preventivi e contratti a parti terze
• Cofinanziamenti
• Costruire un budget coerente con le attività implementate nei progetti
PROJECT WORK
Partendo da un bando di interesse comune, precedentemente individuato, si procede alla creazione di gruppi di lavoro che si eserciteranno praticamente sulle seguenti tematiche:
• Redazione del quadro logico di progetto
• Compilazione del formulario
• Redazione del budget di progetto

FONDAMENTI DI DIRITTO E NORMATIVA NEI BENI CULTURALI
Normativa Museale; definizione di Museo; ICOM; gli elementi qualificanti di un
museo; l’AAM – American Association of Museum; gli Standard per i Musei Italiani;
La Gestione Museale in Italia. Status giuridico: finanze, strutture, personale,
sicurezza, Gestione delle Collezioni, rapporti con il pubblico e relativi servizi,
rapporti con il territorio e il privato. Il museo statale, il museo di Ente Locale.
– Principi generali della fruizione dei Beni Culturali
– Principi generali della valorizzazione dei Beni Culturali
– Normativa sulla accessibilità culturale. La legge Stanca e altri riferimenti legislativi
– La normativa relativa al diritto d’autore
– Le nuove norme sancite dal Decreto Cultura 2014 sulla riproduzione fotografica dei beni culturali
– Le nuove norme sancite dal Decreto Cultura 2014 a favore del mecenatismo culturale e del cinema

management

ORGANIZZAZIONE DI EVENTI ARTISTICI E CULTURALI
Gestione e promozione di eventi (esposizioni temporanee, convegni, spettacoli);
Approfondimento in Museografia;
Approfondimento in Tecniche di organizzazione congressuale;

TURISMO CULTURALE ED AMBIENTALE
Tecniche di organizzazione, valorizzazione e gestione di progetti legati al settore turistico; turismo d’arte; turismo storico; ecoturismo; turismo sostenibile/etico/responsabile. Case History.

MARKETING NEI BENI CULTURALI
Il patrimonio culturale e il marketing; Pianificazione strategica per i musei; Come decidono i clienti; Tipologie di marketing per la cultura: massa, segmento, nicchia, personalizzazione e mass customization; Come raggiungere il cliente: la segmentazione, il target e il posizionamento; Le ricerche di mercato: gli obiettivi, il budget e le tipologie; Gli elementi dell’offerta di un museo; Beni culturali e nuove tecnologie; Promozione e comunicazione; Come si determinano i prezzi: biglietti, esposizioni, prestiti, membership e servizi, Fondamenti di Sponsorizzazione e Fundraising.

***
Il programma può subire alterazioni a causa della sostituzione o indisponibilità di alcuni docenti.

Sbocchi:
La figura professionale uscente avrà competenze adeguate nella progettazione, promozione e gestione di progetti ed eventi culturali. Possibili sbocchi occupazionali sono in: associazioni culturali, imprese culturali, musei, pinacoteche, gallerie, Fondazioni Culturali, società di organizzazione congressi/convegni, APT, PIT territoriali, Europa.

Periodo: dal 3 al 7 luglio 2017 (Firenze)
Durata: 40 ore
Orario di frequenza:
9:30 – 13:30 e 14:30-18:30 (dal lunedì al venerdì)
Sede didattica:
Firenze o Matera
Tipologia di corso:
Mini Master
Numero di posti disponibili:
12
Partners didattici:
Studio di Europrogettazione e consulenza MEDEA
Termine per le iscrizioni: Tre giorni prima dell’inizio del corso.
Costo: € 740 (Iva e quota iscrizione incluse).
Riconoscimento del corso: Corso master di I livello. I corsi Artedata sono erogati da un Centro di Ricerca validato dal M.I.U.R. iscritto nell’Anagrafe Nazionale delle Ricerche. Al termine del corso viene rilasciato un attestato con crediti formativi (CF) conformi al Sistema europeo di crediti per l’istruzione e la formazione professionali (ECVET) e nel rispetto degli standard sanciti dal CV Europass. Decisione (CE) n. 2241/2004 GU L 390 del 21.12.2004.

                    

 

Docenti del corso

Bruno Casini Bruno Casini
Simona Cavaliere Simona Cavaliere
Simona Geli Simona Geli
Rosaclelia Ganzerli Rosaclelia Ganzerli
Francesca Abiuso Francesca Abiuso

Scarica la brochure del corso in formato PDF

Consulta i feedback degli allievi che hanno già frequentato questo corso

pulsante_iscrizione

Vuoi più informazioni su questo corso? Consulta le nostre FAQ oppure contattaci

Translate »